Understanding the Market

Comprendere i futuri mercati politici

Posted on Settembre 24, 2008 • English

In un mercato finanziario tipico, i trader operano su strumenti finanziari standard come le azioni, le obbligazioni governative e le valute. Ma ci sono molti altri settori sui quali operare, dalle materie prime (come il frumento o la pancetta di maiale surgelata) fino a settori più concettuali come gli uragani o il numero di posti di lavoro pubblicati nel report mensile sull’occupazione. Le borse sui futures e le opzioni hanno creato in pochi anni una enorme offerta aggiuntiva di strumenti finanziari (qui trovi una breve storia della borsa di Chicago).

Questi prodotti sono stati creati per funzioni differenti, ad esempio per ridurre il rischio: un agricoltore può bloccare il prezzo del suo raccolto all’inizio della stagione oppure un’azienda manifatturiera può bloccare il prezzo di una particolare materia prima che utilizza per produrre. Ma il prezzo dei futures scambiati in questi mercati dovrebbe essere una previsione accurata di quello che sarà il prezzo di quel bene nel futuro.

Gli speculatori compreranno quei contratti quando il prezzo futuro sembra troppo basso e viceversa li venderanno quando sembrerà troppo alto, per approfittare del cambiamento dei prezzi attesi; per esempio, supponiamo che arrivi una notizia sulle cattive condizioni atmosferiche che distruggerà parte del raccolto di mais; gli speculatori inizieranno ad acquistare i contratti fino a quando il prezzo rifletterà le migliori aspettative sul prezzo futuro. La logica è simile al metodo Delphi (leggi qui): un certo numero di analisti informati convergono a arrivano una valutazione corretta mettendo insieme le loro conoscenze. Nei mercati dei futures, la condivisione delle notizie è raggiunta consentendo agli analisti di fare trading e profitto grazie al loro accesso alle informazioni o alla loro abilità di analizzarle.

L’Università dell’Iowa è famosa, tra le altre cose per il trading sui futures presidenziali (ecco qui la storia); in questo mercato gli studenti comprano e vendono “azioni” di candidati politici o partiti. I prezzi di mercato delle elezioni dell’Iowa sono previsioni abbastanza accurate dei risultati delle elezioni, anche quando paragonati ai sondaggi tradizionali (vedi qui alcuni dati). Questo ha portato un grande interesse verso la creazione di mercati futures su molti eventi, dagli eventi sportivi agli attacchi terroristici (vedi qui un articolo su una proposta poco felice del Pentagono).

Intrade è un’azienda irlandese che consente al pubblico di operare sui futures su molti eventi pubblici, dalla data di cattura di Osama bin Laden al tasso marginale massimo negli Stati Uniti nel 2011. Questi contratti sono tutti del tipo “chi vince prende tutto”: si può acquistare un contratto sulla probabilità che un evento si verifichi e si riceve 1 dollaro se si vince, o niente se si perde. Sotto trovate il grafico dei contratti su Obama e McCain. Si guadagna un dollaro a seconda che vinca Obama o McCain.

INTRADE.COM Price for Obama to be elected President

INTRADE.COM Price for McCain to be elected President

Per esempio, il 22 agosto, le azioni di Obama valevano circa 60 centesimi e quelle di McCain circa 40; Questi prezzi partono dal presupposto che i trader credono che Obama abbia il 60% di possibilità di vincere contro il 40% di McCain (questi due numeri dovrebbero arrivare a un totale di un po’ meno di uno se c’è la possibilità che vinca qualcun altro; se il prezzo totale fosse più alto di 1 dollaro, un trader potrebbe vendere entrambi i contratti per 1,05 dollari e poi pagare il contratto vincente e tenere la differenza). Il 23 settembre le azioni di Obama valevano 53 centesemi e quelle di McCain circa 47; McCain rimaneva indietro Obama ma meno distante.

Entrambi i contratti hanno scambiato a un prezzo molto più basso, quando altri candidati (per esempio Hillary Clinton) avevano più probabilità di essere eletti. Ci sono molti altri contratti scambiati e molti altri modi per usarli. Per esempio, ci sono contratti su come voterà ogni stato del paese (ricordate che l’elezione presidenziale statunitense è determinata dai risultati negli stati individuali, con il vincitore dell’elezione di ogni stato che riceve il numero di elettori per quello stato, qui e qui trovi maggiori informazioni). Un sito (vedi qui) usa i prezzi di Intrade per ogni contratto sugli stati per prevedere il collegio elettorale (qui trovi un pdf che descrive la storia del collegio elettorale e diverse critiche).

Inutile dire che gli speculatori nei mercati dei futures politici non sono perfetti. Durante le elezioni del 2004, i dati degli exit poll (cioè i dati dei sondaggi fatti all’uscita dei seggi elettorali) rivelarono che John Kerry stava facendo meglio del previsto. I mercati dei futures politici reagirono in modo evidente e il prezzo dei contratti su Kerry esplosero verso l’alto, prima che il dato reale mostrasse che George Bush avrebbe vinto le elezioni (qui trovate uno scritto interessante).

» Filed Under Mercati

Comments

Comments are closed.